Main menu

Proposta rettifica Imu Prima casa Modica

Protocollo n° 68194 del 13 Dicembre 2012.

Lettera aperta al Presidente del Consiglio Comunale di Modica
e ai membri tutti del Consiglio Comunale di Modica

La presente vuole essere un invito al Consiglio Comunale affinché mostri oculatezza di scelte e attenzione ad alcune problematiche inerenti la nuova tassa IMU.

Abbiamo notato che particolare attenzione è stata posta da voi, nella Delibera del Consiglio n° 119/2012, sugli immobili realizzati in cooperativa e non ancora assegnati e sugli alloggi popolari riconoscendo loro le agevolazioni fiscali per la prima casa e le relative detrazioni, mostrando un’attenzione particolare al comparto edilizio con finalità sociali.

Noi intendiamo segnalarvi due specifiche condizioni che, a nostro avviso, appaiono inique e, in quanto tali, colpiscono fasce economicamente sensibili del nostro tessuto sociale.

La delibera citata, infatti, sebbene a ragione tuteli i possessori di alloggi in cooperativa o di case popolari realizzate dall’IACP, tuttavia non tiene in conto quei cittadini che hanno concesso in uso gratuito una seconda casa ai figli che vi risiedono col proprio nucleo familiare.

Persone, spesso non di ampie disponibilità economiche e con sacrifici reiterati nel tempo, hanno lentamente accumulato risorse finanziarie per destinarle ad investimenti immobiliari per i propri figli, mostrando preveggenza e propensione al risparmio; questa ‘politica di economia domestica’, a nostro avviso, non va mortificata in considerazione del fatto che non pochi nuclei familiari, figli di risparmiatori, oggi si trovano al riparo del problema di dover ‘trovare casa’.

Per altro i possessori di tali immobili non percepiranno nessun reddito dagli stessi immobili e tuttavia si trovano costretti a dover pagare l’IMU come seconda casa.

Per quanto detto appare equo che, ricorrendo le condizioni suddette, a tali immobili venga riconosciuto lo “Status di Prima Casa” e le relative detrazioni fiscali.

Un secondo problema riguarda l’allevamento e l’agricoltura, settori produttivi dell’area modicana. Noi riteniamo opportuno e necessario salvaguardare, nell’attuale momento di crisi, chi in questo ambito opera e per tale motivo incrementare il peso fiscale degli allevatori e degli agricoltori può indurre a scoramento e disaffezione in un comparto fondamentale per l’economia del territorio.

 Pertanto
SI INVITA

il Consiglio Comunale a discutere nella prossima seduta i seguenti punti:

  • attribuzione dello “Status di Prima Casa” con le relative detrazioni fiscali a tutte le seconde case concesse dai proprietari in uso gratuito ai propri figli qualora questi vi risiedono con il proprio nucleo familiare;

inoltre
SI PROPONE

  •  di assoggettare all’aliquota IMU del 3,80 ‰ le abitazioni principali o seconde case con “Status di Prima Casa” di Classe catastale A/3, A/4 e A/5;
  • di ridurre all’ 1,00 ‰ l’aliquota IMU di tutti i fabbricati rurali ad uso strumentale mostrando una particolare attenzione per il comparto agricolo e zootecnico già in crisi.

Tanto dovevamo, con osservanza salutiamo.
Movimento 5 Stelle Modica

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Facebook